Welcome to MEIKO. Please select a country and click "confirm".

energia. Comfort di lavoro, consumi, risultato del lavaggio - euforia allo Schmalzerhof

La lavastoviglie a capote eccelle per le innovazioni geniali in ogni settore

Simone Baumgartner e suo marito Herbert Margreiter sono padroni di casa molto coraggiosi. "Non siamo in una zona sciistica, Innsbruck si trova a circa 22 km e anche per le escursioni a piedi la zona non è assolutamente la prima scelta", dice Simone Baumgartner. Allora cosa rende lo Schmalzerhof un punto nevralgico nel piccolo comune di Weer, nella Valle dell'Inn? E' proprio la simpatia della coppia e l'ottima cucina di Katrin, sorella di Simone Baumgartner. Mentre i turisti comprano nei quartieri di Innsbruck, la gente del posto riempie le sale dello Schmalzerhof con i suoi 120 posti a sedere. Proprio a due passi di distanza si trova la sede del famoso produttore di cristallo Swarovski, accanto alla sua attrattiva turistica "Mondi di cristallo" a Wattens. Ma raramente i visitatori dei Mondi di Cristallo fanno sosta allo Schmalzerhof - piuttosto la cucina dell'azienda famigliare viene apprezzata per un pranzo di lavoro.

Ciò che distingue in modo particolare la vivace padrona di casa: il suo legame con la terra, il brillante umorismo che viene sempre dal cuore, e il suo entusiasmo sconfinato per i clienti. "E sono anche piuttosto esigente", ammette Simone Baumgartner. Per questo motivo, lo chef della casa è anche particolarmente felice per la nuova lavastoviglie a capote in cucina: "Abbiamo un sensazionale risultato di lavaggio, così come lo abbiamo sempre voluto! Le posate non solo sembrano pulite ma si sente anche al tatto che lo sono, afferma contento Simone Baumgartner.

Il loro entusiasmo è condiviso anche da Janka Chlebovcová. La 53enne è addetta al lavaggio dei piatti allo Schmalzerhof e dice "Simone, questa è proprio una macchina buona. Non devo più spingere in su!" Vengono lavati circa 200 cestelli al giorno e una volta anche il coperchio doveva essere aperto e chiuso 200 volte al giorno a mano. "Era come avere una palestra sul posto di lavoro," sorride Janka. Inoltre, poiché la capote si apre automaticamente e si può chiudere di nuovo con la punta di un dito, i piatti si lavano ora più velocemente - e questo è importante anche per la sala da pranzo: "A pranzo i nostri tavoli sono occupati fino a quattro volte - quindi dobbiamo essere veloci e la macchina pure", spiega Simone Baumgartner. I nostri ospiti possono contare al 100% su di noi e ci aspettiamo lo stesso dai nostri fornitori. Alla ditta MEIKO lo abbiamo sicuramente trovato. Oltre alle due sorelle, Simone e Katrin Baumgartner e a Janka Chlebovcová la macchina ha ancora un altro grande fan. Il padrone di casa Herbert Margreiter apprezza i bassi consumi di energia, di prodotti chimici e di acqua, che possono essere ottenuti non da ultimo grazie al recupero del calore delle acque di scarico, dall'impianto di ritenzione del vapore e da quello di osmosi integrato (MEIKO GiO). "E questo è molto importante per lui, perché usiamo auto elettriche che si caricano con il nostro impianto fotovoltaico per rispettare l'ambiente", ha detto Simone Baumgartner.