Welcome to MEIKO.
Please select a country and click "confirm".
    The clean solution

    Ospedale Cantonale di San Gallo

    Grazie al know-how di MEIKO, l'ospedale cantonale risparmia il 33% dei costi di elettricità e di acqua

    Pierer aggiunge che un altro colpo di fortuna è stato l'ulteriore acquisto di un sistema di smaltimento sottovuoto di residui alimentari, abbinato alla M-iQ:

    “Questo sistema ha risolto efficacemente il problema dello smaltimento dei rifiuti organici umidi.”
    Tre anni fa è stata qui installata la prima lavastoviglie Meiko M-iQ per la Svizzera.
    Nel solo primo anno, la macchina ha ridotto i costi operativi di CHF 63,000 (circa EUR 40.000): il che corrisponde a circa il 33% di energia, acqua e prodotti chimici in meno rispetto alle lavastoviglie utilizzate in precedenza. E la tendenza continua. Wolfgang Pierer, responsabile dei servizi alimentari presso l'ospedale fa notare che: “Questi dati sono perfino superiori a quanto promesso da Meiko nei prospetti e nei dépliant.”

    Qui vi sono 5.000 dipendenti e 1.000 pazienti, per i quali vengono preparati quotidianamente circa 3.600 pasti caldi. Non vi è alcuna differenza tra i pasti dei dipendenti e i pasti dei pazienti – a meno che non sussistano restrizioni dovute a diete speciali.

    Pranzare presso il ristorante dell'ospedale significa godersi l'atmosfera di quella che è probabilmente una delle mense ospedaliere dal design più avanzato d'Europa. I tavoli lunghi non solo offrono il 50% di spazio in più per i visitatori, ma danno anche la sensazione di trovarsi in un bistrò italiano.

    L'area visitatori è separata dal ristorante principale. Gli ospiti possono selezionare il vino di accompagnamento idoneo alle pietanze selezionate dal menù. Il personale indossa guanti bianchi e serve i pasti in piatti di porcellana e le bevande in bicchieri di pregio. Wolfgang Pierer osserva: “Non solo è di forte impatto visivo, ma contribuisce anche a mantenere i nostri standard elevati in termini di igiene assoluta. Da quando gli ispettori dell'Agenzia per la tutela degli alimenti e dei consumatori pranzano qui, dobbiamo dare il massimo in materia di igiene. Saremmo sicuramente nei guai se non fosse tutto pulito in modo impeccabile.”