Welcome to MEIKO.
Please select a country and click "confirm".
The clean solution

Evitare rifiuti

Le tazze riutilizzabili sono più ecologiche delle tazze usa e getta

Cup&more

Miliardi di tazze riutilizzabili invadono le città, un vero spreco di risorse. È chiaro che ai clienti finali manca una valida offerta di soluzioni riutilizzabili. Sempre più città e fornitori di soluzioni iniziano ad affrontare questo vuoto.

L'idea di "Coffee to go" si sta sempre più trasformando in un "No-Go".

Sulla tematica dei rifiuti e su come evitarne la produzione, gli utilizzatori sono sensibilizzati. Visto l'incredibile numero di tazze riutilizzabili che vengono usate anno per anno in Germania, anche Michael Andresen ritiene che la pressione sia ormai così alta da rendere imminenti dei cambiamenti: "L'anno prossimo vedremo che l'offerta e la richiesta di una soluzione per le tazze riutilizzabili nel settore del Coffee-to-go giungeranno a un risultato. Se le soluzioni di tazze riutilizzabili vengono sviluppate in maniera corretta, gli utilizzatori non faranno a meno di usarle."

Il fondatore e titolare dell'azienda tedesca "cup&more – Logistica di riutilizzabili Andresen" sa di cosa sta parlando. Come fornitore di servizi nel settore della logistica di prodotti riutilizzabili nel settore del Non-Food-Catering si era candidato anche lui fra l'altro per i campionati mondiali di calcio a Stoccarda, dove lavò 1,5 milioni di tazze riutilizzabili. Inoltre, Andresen ha già presentato un concetto di come potrebbe essere la soluzione per le tazze riutilizzabili per i panifici.

Foto Michael Andresen
Michael Andresen, Photo: Guido Karp

Due possibili soluzioni per panifici

Il concetto prevede due procedure: i panifici possono offrire ai loro clienti una tazza con cauzione oppure vendere loro la loro "tazza preferita". "Naturalmente comprendo i timori in fatto di igiene, se il cliente porge la sua tazza da caffè per farsela riempire", afferma Michael Andresen. Ma i timori sono sfumati. Il riempimento di tazze al bancone del bar è permesso.

Michael Andresen ha già dato risposta ai quesiti ancora irrisolti come quello di come compensare la cauzione, del riacquisto, del lavaggio centralizzato, ecc. sviluppando valide soluzioni. "Volentieri assistiamo nel Point of Sale i panifici interessati con sistemi di stoviglie riutilizzabili, consulenza e coaching con un sistema di controlling per il calcolo centralizzato della cauzione, con il nostro pool di idee e con la disponibilità a trasferire il nostro know-how." Che lui e il suo team ne siano capaci è dimostrato dal fatto che la sua azienda era nominata nel 2017 per un premio sulla sostenibilità.

La tazza di Friburgo

Ormai, cup&more tratta anche a livello comunale: "Di solito è l'ufficio addetto ai rifiuti che mette in moto il meccanismo. La raccolta delle tazze gettate via e il loro smaltimento costa molti soldi." Effettivamente, alcuni comuni hanno la loro propria tazza, come ad esempio la città di Friburgo. Qui è possibile acquistare la "Tazza di Friburgo". Quattro mesi dopo l'introduzione della cauzione sulle tazze da caffè, l'ufficio rifiuti e l'azienda dei netturbini hanno tirato insieme all'amministrazione cittadina una somma positiva: a settembre 2018 circolavano 27.000 tazze, mentre dagli iniziali 14 caffè e filiali di panifici che hanno partecipato al progetto si è passati agli attuali 112 caffè, panifici o gelaterie. I rappresentanti delle varie caffetterie hanno confermato, in uno scambio di esperienze, che l'impulso ecologico della tazza di Friburgo ha raggiunto numerosi "clienti to-go", senza dimenticare l'indispensabilità di un contatto diretto fra il cliente e il personale dietro al banco. Michael Andresen è dello stesso parere: "Se il processo non si svolge senza timori e con la massima scioltezza, un sistema di stoviglie riutilizzabili non può funzionare. Andresen però è ottimista: "Fra pochi anni la gente si vergognerà se verrà "beccata" in città con una tazza usa e getta in mano."

Numeri, dati, fatti

In Germania, ogni anno vengono utilizzate e gettate via 2,8 miliardi di tazze usa e getta. Questo vuol dire 320.000 tazze all'ora. Così, solo con le tazze usa e getta si generano ogni anno circa 40 000 tonnellate di rifiuti - e solo in Germania!  Le tazze usa e getta gettate via incautamente sono responsabili dal 6 al 17 percento per le superfici e per gli ambienti inquinati nelle città tedesche..

Questa abitudine di bere in fretta un caffè significa inoltre un consumo di risorse (per le tazze) di 1,5 miliardi di litri d'acqua e 43 000 alberi (64 tonnellate di legno) per 29 000 tonnellate di carta – ogni anno. Solo nella capitale Berlino, ogni anno vengono consumati 170 milioni di tazze Coffee-to-go. Con l'energia necessaria per la produzione sarebbe possibile fornire per un'anno energia a 6 100 famiglie e risparmiare 87 milioni di litri d'acqua.

Aspetti igienici del riempimento di tazze Coffee-to-go portate dal cliente

Raccomandazioni per fornitori del servizio Coffee-to-go per il riempimento perfettamente igienico di tazze riutilizzabili del cliente nei negozi al dettaglio e nella gastronomia

  1. Lasciati assistere dall'ente locale per la sicurezza degli alimenti competente.
  2. Verificare visivamente la pulizia e l'assenza di corpi estranei nelle tazze portate dai clienti. I coperchi devono essere tolti e conservati dai clienti.
  3. Riempire solo tazze vuote
  4. In caso di possibili contaminazioni, disinfettare le tazze dei clienti con acqua calda, con vapore caldo e con un idoneo detergente.
  5. Se si vendono tazze riutilizzabili (invitando i clienti al loro uso ripetuto a livello privato in negozio) offrire preferenzialmente tazze con superfici lisce e facili da lavare (ad es. acciaio, porcellana, vetro, emaille).
  6. Impostare la macchina da caffè in maniera tale che la tazza non tocchi il beccuccio di riempimento. Fare in modo che la tazza riutilizzabile non tocchi altri contenitori e utensili.
  7. Provvedere ad una pulizia e disinfezione periodiche del piano di appoggio per le tazze portate dai clienti.
  8. Idealmente, il piano di appoggio dovrebbe trovarsi al di fuori dell'area di igiene del negozio. È possibile appoggiare la tazza sul gradino del banco oppure nell'area self-service.
  9. Nel caso che non sia ammesso riempire la tazza dietro al banco, è possibile usare un proprio contenitore di travaso che deve essere lavato dopo l'uso.
  10. Un riempimento per mezzo di un portatazze per le tazze portate dai clienti favorisce un riempimento igienico, in quanto non si entra in contatto diretto con la tazza.
  11. Come anche dopo l'uso della cassa, dopo il riempimento di tazze portate dai clienti ci si dovrebbe lavare le mani.
  12. Il riempimento igienicamente perfetto di tazze riutilizzabili deve far parte di corsi di istruzione periodici per il personale.
  13. Documentare le sequenze di lavoro durante il riempimento di tazze riutilizzabili private portate dai clienti come prova del perfetto trattamento igienico da esibire agli enti competenti.